SEGUICI SU:​

Cronaca di una mattina al mercato di Luino fra riaperture e speranze

Le difficoltà degli ambulanti ad una settimana dal ritorno dei banchi di tutte le tipologie di prodotti. “Ora aspettiamo che arrivino gli svizzeri"

Servizio di VareseNews A sette giorni di distanza, nella giornata di mercoledì 21 aprile le bancarelle sono tornate in piazza, ma quali sono le…
Confcommercio scende in piazza al grido di “Vogliamo vivere”. Gli ambulanti della provincia di Varese, sostenuti dalle cinque associazioni territoriali di Confcommercio (Varese, Busto Arsizio, Gallarate, Saronno e Luino) e da tutte le federazioni provinciali, chiamano a raccolta gli imprenditori del terziario, organizzando una mobilitazione
«La Sagra delle Ciliegie, primo evento in programma da quando siamo in zona bianca, è il simbolo della ripartenza per il settore del commercio: la manifestazione di domenica 20 giugno, che negli ultimi anni è stata spostata in via Sacco, sarà una festa di sistema».
Servizio di Malpensa24 firmato da Andrea Della Bella E’ un lunedì (2 agosto) di rabbia per gli ambulanti di piazza Repubblica che si sono sentiti offesi per le parole usate da Binelli durante l’ultimo consiglio comunale sulla qualità della merce esposta dagli ambulanti. Le parole

Chi siamo

F.I.V.A. Provincia di Varese rappresenta e tutela gli interessi economici delle imprese di commercio su aree pubbliche; aderisce a Confcommercio Uniascom Provincia Varese e fa parte del sistema di articolazione territoriale di FIVA CONFCOMMERCIO. L’organizzazione dispone di servizi di consulenza tecnica e legislativa.

Mission

F.I.V.A. svolge una serie di servizi fra i quali:

• Assistenza e consulenza tecnica e sindacale per le imprese, disbrigo delle pratiche amministrative presso la C.C.I.A.A., consulenza e assistenza per le volture e le cessioni d’azienda, nonché i rapporti con le Amministrazioni Comunali per tutti i problemi riguardanti la singola impresa oppure la globalità dei mercati;
• Tramite le società di servizio delle Ascom la tenuta dei libri contabili, della contabilità a rilevanza fiscale, il servizio e l’assistenza per la contabilità del lavoro, l’assistenza e la consulenza di ordine contrattuale e l’assistenza presso gli uffici fiscali, sanitari, del lavoro;
• Tramite l’Enasco i servizi di patronato; tramite le Ascom le attività di formazione, di consulenza assicurativa, di consulenza e assistenza o concessione di credito agevolato, di mutua volontaria;
• Attività di carattere promozionale per i mercati e in molti casi, attività di gestione di servizi mercatali

Profilo legislativo

L’esercizio del commercio ambulante o, come meglio definito oggi, su aree pubbliche è disciplinato anzitutto dal Decreto Legislativo n. 114 del 31 marzo 1998 (comunemente noto come “riforma Bersani”) e successive modifiche e integrazioni che ne stabilisce modalità di accesso, requisiti necessari per lo svolgimento dell’attività e norme di carattere generale, rinviando agli ordinamenti regionali le norme relative al rilascio dei titoli autorizzatori, alla programmazione dei mercati e delle fiere, all’esercizio dell’attività e alla definizione di disposizioni particolari. Ai Comuni invece sono demandati – sulla base delle disposizioni emanate dalla regione – il rilascio delle autorizzazioni, la regolamentazione e programmazione dei posteggi e l’organizzazione dei mercati e delle fiere. Nella Regione Lombardia vige il Testo Unico di cui alla Legge Regionale 2 febbraio 2010 n. 6 (e successive modifiche e integrazioni) che riunisce tutte le disposizioni regionali in materia di commercio.

Una rapida sintesi delle principali definizioni

A) Per commercio su aree pubbliche, si intende l’attività di vendita al dettaglio e/o la somministrazione di alimenti o bevande su aree pubbliche su posteggi assegnati oppure in forma itinerante.

B) Per mercato, si intende l’area pubblica individuata dal comune per essere destinata all’esercizio dell’attività mediante una concentrazione di posteggi, attrezzata o meno, con cadenze periodiche stabilite dal comune.

C) Per fiera, l’attività commerciale su aree pubbliche in occasione di particolari ricorrenze e/o festività e/o eventi straordinari.

Storia

La Federazione Italiana Venditori Ambulanti (in sigla FIVA CONFCOMMERCIO) è stata fondata il 25.3.1971 per rogito di notaio Manoni, con la partecipazione iniziale di 8 sindacati provinciali (MILANO, NOVARA, PIACENZA, FIRENZE, ANCONA, L’AQUILA, R. CALABRIA e CAGLIARI).

Nel 1984 la FIVA ha aperto la propria sede nazionale in uffici propri e distinti da quelli della Confcommercio e con proprio personale. Dal 1 gennaio 2012 la sede federale è a Roma, in via Cola di Rienzo 285.

La FIVA aderisce alla Confcommercio (che a livello europeo fa capo a Eurocommerce), un sistema che rappresenta circa 800 mila dettaglianti, grossisti, pubblici esercizi e alberghi e che in Italia è nettamente maggioritario. La FIVA aderisce altresì all’UECA, l’organizzazione europea degli ambulanti.

Contatti

CONFCOMMERCIO ASCOM VARESE
Via Valle Venosta, 4 – Varese
Tel. 0332/342011
e.mail. info@confcommerciovarese.it

www.fiva.it

Rodolfo Calzavara

Presidente

ATTIVITA’
La famiglia Calzavara dal 1955 opera nel settore calzaturiero, con l’attività di vendita di calzature per uomo e donna. Prosegue il padre Marcello Calzavara al mercato di Varese fino al 1986 quando prende in carico l’azienda Rodolfo Calzavara, che continua l’attività con grande passione, con particolare attenzione alla qualità delle materie prime ed alle tecniche di produzione artigianale.
Oltre al mercato di Varese fin dall’inizio svolge l’attività ambulante anche al mercato storico di Luino, dove viene consolidata una clientela internazionale.
Le calzature sono in vera pelle e prevalentemente acquistate in calzaturifici italiani, frutto della quarantennale esperienza nel settore, per soddisfare le esigenze di tutta la clientela, proveniente da ogni parte del mondo.

ASSOCIAZIONE
Iscritto a Confcommercio Ascom Varese dal 1986.
Nel 1990 diventa rappresentante sindacale Fiva per il mercato su area pubblica di Varese. Nel 2002 viene eletto nel consiglio provinciale Fiva e ne diventa presidente, carica che ricopre a tutt’oggi. Nello stesso anno entra a far parte del consiglio regionale di Fiva Lombardia e nel 2004 viene nominato nel consiglio nazionale Fiva.
Dal 2013 al 2017 entra nella giunta esecutiva di Fiva nazionale, carica che ricopre per la seconda volta dal 2021 a oggi.
Fiva provincia di Varese sotto la sua presidenza promuove i corsi per responsabili di mercato, effettua consulenze nei Comuni per i regolamenti di mercato, è nelle Commissioni consultive su aree pubbliche.
Fiva provincia di Varese è stata principale promotrice il 9 aprile 2021 della manifestazione in piazza Monte Grappa di “Vogliamo Vivere”, manifestazione a sostegno della riapertura delle attività chiuse a causa della pandemia cui hanno partecipato tutte le federazione di Confcommercio.
Calzavara insieme a Fiva è organizzatore ogni anno della Sagra delle ciliegie e di altre iniziative a livello provinciale.